martedì 31 maggio 2016

Il Partito Comunista di Boemia e Moravia (KSCM) continua il percorso intrapreso

Il IX Congresso del Partito Comunista di Boemia e Moravia (KSCM) si è svolto a Praga


Si è conclusa la due giorni di Congresso del KSCM (Partito Comunista di Boemia e Moravia). Al dibattito hanno partecipato: 356 delegati eletti, 47 ospiti in rappresentanza delle organizzazioni sindacali della Repubblica Ceca e varie organizzazioni civiche e popolari, delegati da 7 partiti fratelli e rappresentanti di varie ambasciate. Il leader del Partito Comunista di Boemia e Moravia Vojtěch Filip ha relazionato circa il lavoro dell'organizzazione nel corso degli ultimi quattro anni, ricordando le recenti elezioni regionali in cui il partito si è affermato conquistando due regioni (su 14 totali) e riuscendo a ricoprire il ruolo di Capo del Governo della regione in una di queste. «Nulla può frapporsi tra noi e il nostro lavoro, tra noi e il percorso di costruzione del socialismo», ha dichiarato Filip nel suo discorso. Egli ha anche messo in guardia il partito sia nei confronti della radicalizzazione sia nei confronti del 'pericoloso populismo' chiedendo continuità e unità. Al congresso, Filip, è stato rieletto da 203 voti su 353, Peter Šimůnek ha mantenuto la carica di Vice presidente con 263 voti mentre Jiří Dolejš, e Josef Skála sono stati eletti come altri due vice-presidenti aggiuntivi. Nel suo discorso dopo il voto, Filip ha dichiarato che il partito rappresenta una critica intransigente nei confronti della coalizione di governo che sta a capo della Repubblica Ceca.

Nessun commento:

Posta un commento