No alla guerra imperialista in Libia, la nota del KKE

Dichiarazione dell'Ufficio Stampa del KKE (Partito Comunista di Grecia) riguardo l'intervento in Libia | Traduzione dal Greco del blog 'In defense of Communism'
Traduzione dall'inglese all'italiano a cura dell'Internazionalismo

Cosa sta accadendo nel Mediterraneo? Si sta preparando un nuovo intervento imperialista in Libia? Qual è l'obiettivo dell'esercitazione NATO 'Phoenix Express 2016'? Qual è il ruolo, a tal proposito, della base militare di Souda (Creta)? Qual è lo scopo della NOTAM, rilasciato sotto la responsabilità del governo Greco - assieme a Italia e Malta - per la chiusura degli spazi aerei per i velivoli provenienti dalla Libia e la ricezione dei velivoli NATO nello spazio aereo della Grecia? Il Governo Greco è obbligato a dare risposte concrete.
Il KKE (Partito Comunista di Grecia) condanna ogni intervento in Libia e chiede la non partecipazione della Grecia ai piani euroatlantici. L'argomentazione per cui i jihadisti sarebbero di fronte all'Europa, i quali sono una creatura degli Stati Uniti e dei loro Alleati, è la pretesa che consiste nella giustificazione delle guerre. La guerra imperialista in Siria e in Libia dal 2011 ha aggiunto benzina sul fuoco nel Nord Africa e nel Medio Oriente, e  ha fatto sì che ci fossero migliaia di morti e feriti, oltre a sradicare migliaia di persone dalle loro case. Il governo SYRIZA-ANEL avrà nuove e pesanti responsabilità, data l'intenzione di trascinare il nostro Paese in un altro massacro in Libia per gli interessi dei grandi monopoli.

Commenti