lunedì 20 giugno 2016

Solidarietà con le lotte di Resistenza della popolazione indigena di Attawapiskat

Traduzione della Risoluzione Speciale approvata nell'ambito del 38' Comitato Centrale del Partito Comunista del Canada in solidarietà con la popolazione inuit di Attawapiskat (il villaggio si trova nell'Ontario, nel punto più interno della Baia di Hudson, a poche centinaia di chilometri dalla miniera Victor Diamonds). Gli inuit popolano tanto il nord del Canada quanto le coste della Groenlandia: gli abitanti groenlandesi, più di tutti, hanno risentito - nel corso dei decenni - delle trasformazioni economico finanziarie sulla propria pelle e le loro attività anche minime di sostentamento (pesca, caccia etc) sono state prima condannate, poi punite da associazioni transnazionali per la loro 'ferocia' e infine replicate - con ancora peggiore truculenza nello sfruttamento del territorio - da parte di grandi multinazionali che stanno condizionando in negativo la vita delle popolazioni inuit. L'alcolismo, l'abbandono scolastico, i suicidi sono episodi molto frequenti specie nell'est della Groenlandia (nei villaggi di Taasiilaq e Ittoqqortoormiit) ma non sono assenti neanche nelle piccole e grandi città (Ilulissat, Maniitsoq, Qaqortoq), compresa la capitale  'de facto' Nuuk. 
M.P.


Una delle vie principali del villaggio Attawapiskat
La questione dei suicidi tra i giovani della comunità di Attawapiskat (villaggio situato a nord dell’Ontario ndt) è un atto di accusa contro secoli di colonialismo capitalista imposto ai popoli indigeni che risiedono nello Stato Canadese, fin dal furto dei territori in cui tradizionalmente i popoli inuit erano soliti abitare, passando per le scuole residenziali e alle altre forme di assimilazione forzata conseguenti. […] 
La questione dell’incremento dei suicidi ad Attawapiskat è solo un riflesso delle deplorevoli condizioni in cui versano centinaia di comunità indigene - mancanza d’acqua potabile e di un alloggio decente, elevata disoccupazione e tassi di carcerazione raddoppiati [per non parlare del]l’accesso alle cure e all’educazione. Il livello di sostegno finanziario stanziato dal Governo per affrontare questi problemi ad Attawapiskat (come altrove) è totalmente inadeguato.  [...]
Condanniamo, poi, le dichiarazioni razziste di alcuni cinici come l’ex Primo Ministro Jean Chretien (Partito Liberale Canadese nda) che, con estrema arroganza, ha ‘consigliato’ alla popolazione di Attawapiskatdi trasferirsi semplicemente in un altro luogo (del Paese ndt), in totale spregio della storia delle comunità indigene. 
Attawapiskat

Il villaggio di Attawapiskat è situato - poi - nei pressi della miniera a cielo aperto Victor Diamond, gestita dalla società multinazionale di diamanti De Beers. La miniera si trova sui territori di Attawapiskat fin dalla sua apertura e la CBC - nel 2015 - ha riferito che la De Beers ha guadagnato  2,5 miliardi di dollari in diamanti dalla miniera Victor Diamond fin dalla sua apertura, non pagando praticamente nulla in termini di royalties al villaggio di Attawapiskat. Altre notizie arrivano, poi, dal ‘lontano’ marzo 2005 anno in cui la multinazionale proprietaria della cava ha versato un carico di acque reflue nella stazione di pompaggio dell’acqua di Attawapiskat, causando danni incalcolabili nei confronti della popolazione.  […]
Questa situazione non è tollerabile. Esortiamo i movimenti operai e democratici a mobilitarsi in supporto delle lotte degli abitanti di Attawapiskat per costringere il Governo ad agire immediatamente a riguardo.

Nessun commento:

Posta un commento