Bangladesh, la solidarietà del Partito Comunista dell'India e del Partito Comunista dell'India (Marxista)

CPI - Partito Comunista dell'India

La segreteria Centrale del CPI (Partito comunista dell’India) condanna fortemente gli attacchi terroristici a Dhaka e Baghdad, attacchi che hanno ucciso persone innocenti. L’attacco in Bangladesh ha ucciso 28 persone, tra cui sei uomini armati. Il 3 Luglio, invece, un attentato suicida ha fatto in modo che un auto zeppa di materiale esplosivo attraversasse un affollato quartiere di Baghdad, Karradah, uccidendo 119 persone. Il fonamentalismo crescente di qualsivoglia natura è - in tutto il Mondo - senza dubbio un risultato delle politiche sbagliate dei governi che pongono una classe contro l’altra. Va inoltre ricordato che tutte le espressioni terroristiche sono - direttamente o indirettamente - il prodotto del terrore e della fobia generata dagli USA.


CPI (M) - Partito Comunista dell'India (Marxista)


L’ufficio politico del CPI(M) - Partito comunista dell’India (Marxista) ha rilasciato la seguente dichiarazione L’ufficio politico del CPI (M) esprime grave preoccupazione per l’ondata di violenza che si sta verificando il Bangladesh, coinvolgendo diverse vite umane. La recente ondata di attacchi contro le minoranze e gli stranieri mostra chiaramente che le attività dei fondamentalisti sono in aumento. L’ufficio politico del partito si augura che il Governo del Bangladesh arrivi ai responsabili e restauri uno stato di normalità al più presto. Il popolo del Bangladesh possiede - storicamente - un’eroica unione nella lotta per la propria indipendenza, a prescindere dalle barriere della religione. L’ufficio politico del CPI (M) si augura che il popolo bengalese continuerà a restare unito e rigetterà la violenza che porterebbe il paese all’anarchia.

Commenti