domenica 18 settembre 2016

KKE, l'Unione Europea non può avere un 'volto umano'

In occasione del vertice UE a Bratislava, in Slovacchia, l'ufficio stampa del Comitato Centrale del KKE (Partito Comunista di Grecia) ha rilasciato la seguente dichiarazione: «I contrasti all'interno dell'UE non riguardano i diritti dei popoli ma la lotta su come ogni Stato proteggerà i propri monopoli, specialmente in condizioni in cui la crisi economica del capitalismo non è stata superata e le previsioni per l'economia dell'UE e dell'Eurozona sono ancora più inquietanti. Inoltre, mentre si sta combattendo per la miscela di gestione (politica) e il futuro dell'UE e dell'Eurozona, sia i governi social-democratici che conservatori schiacciano congiuntamente i diritti delle masse lavoratrici e spingono attivamente per il coinvolgimento degli stessi nelle guerre e negli interventi (militari nda), nel quadro dell'antagonismo con altri centri imperialisti. Lo sforzo del governo SYRIZA-ANEL per mostrare la volontà di 'ripartenza' e 'rettificazione' dell'UE consiste, infatti, in una grande presa in giro. L'UE non può avere un 'volto umano': l'unica via di salvezza per i popoli è lo slacciarsi da ogni 'alleanza coi lupi', in combinazione con la lotta per il radicale rovesciamento del capitalismo».

Nessun commento:

Posta un commento