Ballottaggio a San Marino, i primi dati sull'affluenza

A mezzogiorno il 19,36% degli aventi diritto si è recato alle urne a San Marino per il voto nel ballottaggio per le elezioni politiche che rinnoveranno il Consiglio Grande e Generale, eleggendo i 60 parlamentari del Titano che esprimeranno un nuovo Governo.
Sono stati 6.580 i cittadini, residenti e non, ad aver votato secondo i dati della segreteria agli Interni, con una flessione del 3,32% rispetto al primo turno del 20 novembre. I seggi chiudono alle 20.
Al ballottaggio è arrivata la coalizione "San Marino Prima di Tutto", con la Democrazia Cristiana (Pdcs - Partito Democratico Cristiano Sammarinese) che mantiene la maggioranza di un consigliere in più, il Partito dei Socialisti e Democratici (Psd), il Partito Socialista (Ps) e il Movimento Sammarinesi. "San Marino Prima di Tutto" al primo turno si era attestata sul 41,68% con 25 seggi. Al ballottaggio anche la coalizione "Adesso.sm" (composta da movimenti civici e il partito Sinistra Unita), che al primo turno aveva totalizzato il 31,43% dei voti e 20 seggi. 

Cos'è il Consiglio Grande e Generale?


Il Consiglio Grande e Generale è il parlamento monocamerale (ovvero l'organo legislativo) della Repubblica di San Marino. È formato da 60 consiglieri eletti a suffragio universale diretto ogni cinque anni. Il Consiglio rappresenta il corpo elettorale ed esercita il potere legislativo. 
L'assemblea si scioglie anticipatamente qualora venga a mancare la metà più uno dei suoi componenti. 
Il Consiglio è presieduto dai due Capitani Reggenti, coadiuvati dall'Ufficio di Presidenza.

Mp.

Commenti