domenica 27 agosto 2017

«Abbattete la statua del fascista Italo Balbo», non succede in Italia ma... negli USA!

Non accade in Italia ma in uno dei paesi più razzisti e fascisti del globo: gli Stati Uniti d'America. 
Molti, però, potrebbero affermare che gli USA sono un paese molto vasto e in cui permangono delle contraddizioni, per far cadere quanto viene detto nelle prime due righe. Le chiacchiere, però, stanno a zero (e anche le perifrasi): la sostanza è sotto gli occhi di tuttii fatti di Charlottesville sono decisamente eloquenti

La statua dedicata ad Italo Balbo, in ogni caso, donata alla città di Chicago negli anni '30 del '900 da Benito Mussolini, è stata al centro di una manifestazione tenutasi il 23 agosto che ne chiedeva l'abbattimento. Liberation News, organo del PSL - Party for Socialism and Liberation, ha seguito la vicenda e realizzato un breve articolo che riportiamo integralmente.

«Il 23 agosto si è tenuta una manifestazione attorno al monumento fascista dedicato ad Italo Balbo, situato nelle vicinanze del memoriale della polizia di Chicago, chiedendo che il monumento venisse abbattuto. Questo monumento era stato donato alla città di Chicago nel 1933 dal fascista italiano Benito Mussolini. I manifestanti hanno inoltre chiesto di rinominare Balbo Avenue per intitolarla a Ida B. Wells. Sul monumento in questione è apposta la scritta: 
«L’Italia fascista, col patrocinio di Benito Mussolini, a Chicago»
Si chiedeva, inoltre, di rimuovere anche la statua del razzista Cistoforo Colombo. 
John Beacham di Answer Chicago (movimento pacifista e antirazzista della città) ha dichiarato: «il monumento dedicato ad Italo Balbo celebra il fascismo e per me rappresenta come gli Stati Uniti abbiano un vero e reale problema endemico con la questione suprematista bianca e il razzismo in generale. Dirò tutto questo al Sindaco Emanuel “dovrai buttare giù questo monumento fascista”. Non ci sono scusanti che tengano»
Continueremo a monitorare movimenti e manifestanti che, in ogni Stato del Paese, continueranno ad organizzarsi per chiedere di abbattere ogni simbolo fascista e razzista nelle proprie città e comunità».

Un momento della dimostrazione di Chicago.


Nessun commento:

Posta un commento